Come indicizzare un sito web sui motori di ricerca

Sapere come Indicizzare un Sito Web correttamente sui principali Motori di Ricerca utilizzati nel tuo Mercato di riferimento è il PRIMO passo per raggiungere i Milioni di CLIENTI che navigano sul Web

Come indicizzare un sito web sui motori di ricerca

Come indicizzare un sito sui motori di ricerca

Sapere come indicizzare un sito web su Google e sugli altri motori di ricerca è uno dei tanti segreti di Pulcinella della SEO, anche se sono ancora in molti quelli che si chiedono come fare..

Ogni tanto qualche persona mi contatta e dopo i convenevoli mi fa questa domanda:

• QUANTO COSTA indicizzare un sito web su Google?

Ogni volta prendo il respiro, metto a tacere il mocciosetto cattivo in me che vorrebbe rispondere “Lo posso fare io per lei a soli 50 Euro..” (anche perchè mi ci comprerei giusto le caramelle per fare stare zitto quel mocciosetto) e rispondo con voce seria e professionale:

• Indicizzare un sito web su Google o su qualunque altro motore di ricerca, non costa assolutamente NIENTE.

Voglio scriverlo ben chiaro una seconda volta, perchè so che qualcuno ha il coraggio di chiedere soldi (non solo 50 Euro..) per una cosa tanto banale (mocciosetti cattivi!!!):

• Indicizzare un sito web è GRATIS!!

Per capire il motivo per cui non costa nella, dovrò per prima cosa spiegarti cosa si intende per “indicizzazione di un sito web” (che è totalmente differente dal “posizionamento” di un sito), poi ti spiegherò nei particolari come indicizzare un sito senza bisogno di spendere un solo Euro.

Cosa significa indicizzare un sito web?

Innanzitutto chiariamo subito il fatto che il processo di indicizzazione di un sito sui motori di ricerca è un servizio preliminare, quindi molto differente, rispetto al posizionamento del sito sui motori stessi.

Indicizzare un sito NON significa migliorarne il posizionamento nelle ricerche!

Spesso l’indicizzazione e il posizionamento vengono confusi erroneamente tra di loro anche da alcuni presunti consulenti SEO, i quali probabilmente vedono un vantaggio economico nel confondere le idee ai clienti.

COSA è, quindi, l’indicizzazione?

L’indicizzazione serve a far conoscere per la prima volta il sito ai motori di ricerca per i quali se ne richiede l’iscrizione.

Quando un sito web viene creato e messo online è sconosciuto ai motori di ricerca che non hanno alcun riferimento ad esso nel loro indice (l’elenco di tutti i siti web) e quindi non lo includono tra i risultati di ricerca, detta in maniera tecnica SERP. La sola indicizzazione di un sito, lo ripeto per l’ennesima volta, NON è quindi garanzia di visibilità e buon posizionamento sul web.

Un sito è indicizzato da un motore di ricerca, semplicemente quando le sue pagine vengono elencate da quest’ultimo.

Quali sono i motori di ricerca per cui è utile procedere all’indicizzazione?

Per il mercato italiano, in generale quello europeo e per quello americano, i motori di ricerca principali sono i seguenti: Google, Yahoo, Bing.

Se si vuole essere presenti globalmente non bisogna però scordarsi di indicizzare il sito anche nei due motori di ricerca più utilizzati in Russia (Yandex) e in Cina (Baidu), utilizzati da milioni di utenti internet.

Come sapere se un sito è indicizzato su un motore di ricerca?

Sapere se un sito è stato indicizzato da un motore di ricerca è semplicissimo. Devi fare così:

Accedi alla pagina principale dei motori di ricerca che ti interessano, quindi ovviamente Google (oltre il 90% degli utenti europei lo utilizza), poi Yahoo e Bing se si vuole essere completi.

Ora, esegui una ricerca inserendo il nome del tuo sito in questo modo nel campo di ricerca:

nomesito.it

Che risultato hai ottenuto? Le pagine del tuo sito compaiono? Ottimo! Significa che il tuo sito è indicizzato.

A volte può succedere che non tutte le pagine siano state indicizzate, ma in tal caso è necessario cercare di capire per quale motivo una data pagina manca dall’indice, quindi non è il caso di discuterne qui (P.S. Se il sito è nuovo è normale che non tutte le pagine siano presenti nell’indice).

Quello che conta è che se il sito risulta in questa ricerca significa che è indicizzato da quel motore di ricerca.

E’ tutto qui? Si, tutto molto facile e rapido. Quindi, ripeti il procedimento e controlla subito se il tuo sito è già indicizzato nei principali motori di ricerca. In caso affermativo dovrai passare al passo successivo, quindi a come posizionare il sito nei motori di ricerca. In caso invece non risulti all’indice, continua a leggere questa guida.

Innanzitutto bisogna capire se il sito non è mai stato indicizzato oppure se è stato eliminato dall’indice di recente. Se è un sito nuovo molto probabilmente si tratta della prima delle due opzioni. Se invece il sito è già online da qualche mese devi fare una nuova verifica.

Per vedere l’ultima volta che il tuo sito è stato scansionato, puoi effettuare una ricerca del tuo dominio indicando l’operatore ‘cache:‘ prima del dominio.

cache:nomesito.it

Non ottieni nessun risultato? Allora significa che per qualche motivo non è mai stato presente, quindi scopri seguendo la guida come indicizzare un sito web.

Esiste una copia cache del tuo sito? In questo caso significa che era presente nell’indice del motore di ricerca, ma è stato eliminato per qualche motivo. Per scoprire quale potrebbe essere puoi contattarmi, ma prima, se vuoi, puoi tentare nuovamente di farlo indicizzare con i metodi che spiegherò di seguito (ma in questo caso potrebbe essere inutile).

E’ sempre NECESSARIO indicizzare un sito web?

Un motore di ricerca può anche indicizzare un sito di sua spontanea volontà quando il sito riceve uno o più link da siti già indicizzati:

Gli spider dei motori, detti crawler (il più famoso dei quali è il Googlebot), setacciando il web indicizzando tutte le pagine che trovano sul loro cammino e seguendo i vari link presenti su internet man mano che li trovano per indicizzare quante più pagine possibili.

NOTA: I crawler hanno anche il compito di eliminare dall’indice le pagine che vengono bollate come SPAM perchè ritenute contrarie alle linee guida del motore di ricerca. La rimozione di un sito dai risultati di ricerca può essere causata da varie ragioni, incluso l’utilizzo di tecniche SEO illegittime (anche se utilizzate in modo inconsapevole).

Quindi, in realtà, un nuovo sito web verrà comunque indicizzato anche senza fare nulla se rispetta queste regole. Ma in questo modo potrebbero volerci delle settimane..

E’ possibile il processo di indicizzazione sapendo come farlo correttamente. Esistono diversi metodi ovviamente, ma questa vuole essere una guida all’indicizzazione adatta anche ai più imbranati, quindi mi comporterò come se stessi spiegando a un bambino come indicizzare un sito nella maniera più semplice possibile.

COME indicizzare un sito su Google

Per rendere le cose rapide, ti spiegherò come indicizzare un sito con i DUE metodi più semplici e veloci, i quali valgono per tutti i siti web indipendentemente dalla piattaforma sulla quale vengono ospitati o con cui sono stati creati.

NOTA: i motori di ricerca si comportano con ogni pagina web come se fosse un sito web a sè, quindi, con i primi due metodi, puoi inviare all’indice anche eventuali pagine che non sono state ancora indicizzate.

1) Come indicizzare un sito web su Google (metodo da 0-100 anni)

Questo metodo è certamente il più semplice per indicizzare un sito web e non richiede nessuna competenza. In realtà anche un bambino potrebbe facilmente indicizzare un sito o un blog in questo modo.

Partiamo da Google e andiamo a questo indirizzo web: https://www.google.com/webmasters/tools/submit-url

In questa pagina dovrai semplicemente inserire l’url (l’indirizzo completo di http://) del tuo sito, compilare il captcha per dimostrare di non essere un robot e cliccare su “Invia richiesta”. Ricordati che puoi farlo, non solo per il dominio principale, ma anche per le singole pagine del sito.

2) Come indicizzare un sito web su Google tramite la “Search Console”

In questo caso avrai bisogno di possedere un account “Search Console” (ex Google Webmaster Tool) con il tuo sito web collegato a esso.

Accedi al tuo account, vai nel menu “Scansione” >> “Visualizza come Google”, inserisci l’URL (o gli URL) che vuoi sottoporre a Google e clicca su “RECUPERA”. Dopo pochi secondi di attesa comparirà un nuovo pulsante da premere con scritto “Invia all’indice”. Dalla nuova scheda che si è aperta puoi scegliere se far indicizzare il singolo URL o l’URL e tutte le pagine ad esso collegate, quindi, se il sito è nuovo, opterai per questa opzione.

Visto che hai un account “Search Console”, significa che al tuo sito ci tieni e non l’hai aperto solo per “moda”, quindi voglio darti qualche dritta in più.

Puoi utilizzare il comando “Visualizza come Google” in questi casi:

  • Stai lanciando un nuovo sito, oppure hai aggiunto qualche pagina (ad esempio nel blog), e vuoi che Google la indicizzi subito anziché aspettare che la scopra nei suoi tempi naturali;
  • Hai modificato i contenuti di una pagina e vuoi la certezza che la nuova versione venga indicizzata in fretta in sostituzione di quella precedente;
  • Hai pubblicato dei contenuti non più attuali e desideri che le informazioni indicizzate da Google vengano aggiornate in tempi brevi.

COME indicizzare un sito su Bing e Yahoo

Per quanto riguarda Bing e Yahoo, entrambi i motori di ricerca mostrano gli stessi risultati per qualsiasi cosa venga cercata grazie a un accordo fra le parti, quindi è sufficiente indicizzare il sito su Bing.

1) Come indicizzare un sito web su Bing (metodo da 0-100 anni)

Questo metodo è certamente il più semplice per indicizzare un sito web e non richiede nessuna competenza. In realtà anche un bambino potrebbe facilmente indicizzare un sito o un blog in questo modo.

Vai a questo indirizzo web: http://www.bing.com/toolbox/submit-site-url

In questa pagina dovrai semplicemente inserire l’url (l’indirizzo completo di http://) del tuo sito, compilare il captcha per dimostrare di non essere un robot e cliccare su “Invia”. Ricordati che puoi farlo, anche in questo caso, non solo per il dominio principale, ma anche per le singole pagine del sito.

2) Come indicizzare un sito web su Bing tramite “Bing Webmaster”

Come nel caso di Google con la “Search Console”, anche Bing ha un suo tool per i Webmasters. E’ molto utile, quindi ti consiglio di aprire una account se non lo hai già fatto: https://www.bing.com/webmaster/

Una volta fatto, accedi al tuo account, vai nel menu “Strumenti e diagnostica” >> “Recupera come Bingbot”, inserisci l’URL (o gli URL) che vuoi sottoporre a Bing e Yahoo e clicca su “RECUPERA”. Dopo pochi secondi riceverai la comunicazione che il recupero è stato “Completato”.

I casi per cui puoi utilizzare questo tool sono gli stessi che abbiamo visto con “Visualizza come Google”:

• Stai lanciando un nuovo sito o hai aggiunto qualche pagina;
• Hai modificato i contenuti di una pagina già indicizzata.

Il tuo sito non viene indicizzato lo stesso?

Se il tuo sito non viene indicizzato ugualmente, non preoccuparti subito iniziando a pensare di essere nei guai, c’è ancora un controllo che puoi fare prima di chiamare i soccorsi.

La prima cosa da fare è controllare se stai permettendo ai motori di ricerca di indicizzare il tuo sito andando a vedere le impostazioni SEO del sito stesso.

A volte capita di assegnare un tag “Noindex” al sito per errore. Questo impedisce al tuo sito di essere aggiunto all’indicizzazione dei motori di ricerca, quindi non apparirà nei motori di ricerca.

Se tramite il tuo browser hai la possibilità di visualizzare la sorgente della pagina web (Firefox e Chrome lo permettono), prova a cercare tra le prime righe questa stringa di codice:

<meta name="robots" content="noindex">

Se è presente significa che stai bloccando i crawler dei motori di ricerca, ed è questo il motivo per cui il sito non viene indicizzato.

Se hai un sito WordPress o Wix ti basterà seguire le istruzioni che seguono per controllare questa evenienza:

1) Come indicizzare un sito WordPress

Dal pannello di controllo cerca il menu “Impostazioni” >> “Lettura”. Nella sezione “Visibilità del sito” è necessario che sia spuntato “Permetti ai motori di ricerca di indicizzare questo sito”.

2) Come indicizzare un sito Wix

All’interno delle impostazioni SEO del tuo sito, è sufficiente entrare nel menu SEO all’interno delle impostazioni a sinistra dell’editor e cliccare l’interruttore “Permetti ai motori di ricerca di trovare il mio sito”.

Come indicizzare un sito web all’estero

Essere presente nei risultati di ricerca in Italia significa essere indicizzati in tutto il mondo, quindi non c’è nulla da sapere su come indicizzare un sito internet all’estero.

Se si vuole comparire nei risultati per determinati Paesi è però necessario indicizzare il sito su motori di ricerca differenti da quelli che conosciamo in Italia (Google, Yahoo, Bing), quindi bisogna sapere quali vengono utilizzati nel mercato che ci interessa.

Ad, esempio, ho accennato prima alla Russia con Yandex e alla Cina con Baidu.

Sto scrivendo un articolo specifico sui motori di ricerca che vengono utilizzati maggiormente per i mercati esteri e lo pubblicherò a breve, quindi continua a seguire il mio blog per saperne di più.


Condividi questo servizio

Preventivo SEO tramite WhatsApp

Inviami un messaggio con l'indirizzo del tuo sito web e il tuo BUDGET per la SEO a questo numero:

339 7952833

Riceverai SENZA IMPEGNO un preventivo adeguato al tuo budget

I nostri social

CORSO SEO ONLINE

Corso SEO Online via Skype

Hai bisogno di un esperto SEO?

L'agenzia SEO eGolem ha assistito molte aziende nel raggiungimento dei loro obiettivi attraverso SEO, PPC e altre strategie di marketing. Se desideri aumentare le vendite, generare più contatti o espandere il tuo mercato, eGolem è qui per aiutarti a trarre il massimo vantaggio dal Web.

  • Email (info@egolem.it): tutti i giorni.
  • Messenger (Inviami un messaggio): tutti i giorni.
  • Skype (info-egolem): dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 19.00 (dal Lunedì al Venerdì).
  • WhatsApp (339 7952833): dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 19.00 (dal Lunedì al Venerdì).
  • Cellulare (339 7952833): dalle 14.00 alle 18.00 (dal Lunedì al Venerdì).





Torna all'inizio della pagina