Guida per la sottomissione del sito a DMOZ

Il Blog di eGolem: SEO, Web Marketing, Motori di Ricerca
Aggiornamento: Il 14 Marzo 2017 DMOZ CHIUDE UFFICIALMENTE i battenti dopo 18 anni di onorata carriera.  Guida per la sottomissione del sito a DMOZ

Guida per la sottomissione del sito a DMOZ

Dmoz, nel caso in cui tu non lo conosca, è un sito davvero molto importante per via del suo elevato Page Rank e della sua lunga storia sul web.

Oltre ad essere tenuto in grande considerazione da Google, Dmoz viene “crowlerato” da molti altri siti, quindi ottenere un suo link può significare vederlo inserito anche in molte altre directories internazionali.

Fino a una decina di anni fa era relativamente semplice essere inclusi in questa lista, ma in seguito gli editori del sito sono diventati fin troppo “scrupolosi” e riuscire ad ottenere un
link da Dmoz è diventata una mission impossible.

Questo perchè non viene fatto quasi mai seguendo le giuste modalità. Gli errori in cui si può incorrere sono generalmente due: “dove” e “come“.

Sottomissione del sito a DMOZ – Dove

Per prima cosa, bisogna partire dalla pagina corretta: http://www.dmoz.org/World/Italiano/

Ora fai molta attenzione! Controlla bene in tutte le categorie e sottocategorie per fare la tua richiesta in quella più adatta. La maggior parte dei siti vengono rifiutati perchè la categoria è sbagliata. Le possibilità sono davvero molte e potrebbe volerci un pò di tempo per controllarle tutte. Ma vista l’importanza della cosa prenditi tutto il tempo che serve.

Mi raccomando: non fare mai la tua richiesta in una categoria principale. Devi trovare una sottocategoriache non ne abbia altre sotto di essa. Le richieste nelle categorie superiori vengono scartate senza nemmeno leggerle!

Sottomissione del sito a DMOZ – Come

Una volta trovata la sottocategoria, della sottocategoria, della sottocategoria (ecc.), della categoria adatta, clicca sul link “suggerisci URL” che vedi in alto a destra sullo schermo.

Nella pagina di atterraggio inserisci:

1) L’url del tuo sito. Niente di particolare, qui non puoi fare errori.

2) Titolo del sito. Qui invece gli errori sono molti:

  • Non devi utilizzare il Tag Title del tuo sito.
  • Non devi inserire parole chiave.
  • Se la tua è un’azienda devi inserire il nome dell’azienda. Altrimenti il nome del sito. Due o tre parole al massimo. Taglia piuttosto che aggiungere.

3) Descrizione del sito. Anche questo è un campo in cui si sbaglia spesso:elevato

  • Non devi utilizzare il Meta Description del suo sito
  • Non devi inserire parole chiave.
  • Usa 10/20 parole per descrivere il tuo sito web, non di più. Non usare un linguaggio autopromozionale. Cerca di essere obiettivo e distaccato nello scrivere.

4) Indirizzo email. Inserisci l’indirizzo a cui ti verrà comunicato (speriamo presto) l’avvenuto inserimento in DMOZ del tuo sito.

A questo punto non ti rimane che attendere. Se hai seguito i miei suggerimenti ed hai scritto in italiano grammaticalmente corretto (e niente maiuscolo! mi raccomando) andrà tutto bene.

Aspetta 3 mesi (si, i tempi sono luuuunghi). Se non ti dovesse arrivare nessuna conferma ripeti la procedura dall’inizio.

Continua così fino all’ottenimento del tuo preziosissimo link da DMOZ. Potrebbe volerci un pò, ma ne sarà valsa certamente la pena.